Palermo – Sicilia – Italia

 

IMG_7175

La  Conca  d’Oro !!!

Attraente definizione  che indica  la pianura  dove sorge la città, estendendosi  dalle pendici del Monte Pellegrino  al  Mar Tirreno.

Fondata  dai Fenici,   nel  VII  sec. a.C.  !!!

Poi  .. … … … … …. …  molte  le   dominazioni !!!

Pertanto  Palermo  è   tantissime cose ,     evidentemente     ……………….

Palermo      è       Arabo – Normanna

Ovvero   è   uno stile architettonico!    Si  proprio cosi !!

Lo  Stile Architettonico !    Unico nel suo genere!

Fu  il Re Normanno – Ruggero II ,  primo Re di Sicilia,  a voler creare uno stile che racchiudesse  le varie culture presenti  nell’isola  ovvero  bizantina,  araba,  romanica.

Anche se con la dominazione  Normanna  si ha la conversione dell’isola al Cristianesimo, il  messaggio è  unire  il mondo arabo – musulmano  e   quello normanno – cattolico

L’itinerario della Palermo   Araba – Normanna 

Patrimonio Mondiale dell’Umanità!           Comprende  i seguenti    10   edifici :

Palazzo Reale  o   dei  Normanni

Sorge sui resti dei primi insediamenti punici, le cui tracce si trovano nei sotterranei.

Il primo nucleo del palazzo risale alla dominazione araba, IX sec.  Fu poi  rimaneggiato più volte.

E’ ubicato in  Piazza  Indipendenza.

IMG_7069.JPG

 

IMG_7074

L’esterno  è   cosi come appare,  maestoso !          L’interno  è   stupefacente !

La Cappella  Palatina

Palatina  ovvero  all’interno del palazzo.

Voluta da Ruggero II,   come cappella  privata della famiglia reale.

Guy de Maupassant la definì “La più bella Chiesa del mondo, il più sorprendente gioiello religioso sognato dal pensiero umano”

IL Daily  Telegraph,   la colloca unica italiana,  tra le 23 Chiese più belle al mondo.

A questo    punto,  che dire  senza essere banale ?

Niente!    Tranne  che,  avvolti  in tanta  bellezza, è possibile prendere parte alla celebrazione della messa tutte le domeniche alle ore 10.00

IMG_7084

 

IMG_7094

 

IMG_7087

Cristo   Pantocratore   

Dal greco pantocrator – sovrano di tutte le cose = onnipotente.   E’ una raffigurazione di Gesù tipica dell’arte bizantina paleocristiana,  nell’ atto di benedire con le tre dita della mano destra secondo l’uso ortodosso.

IMG_7089

Il soffitto in legno realizzato in Muqarnas: decorazione tipica dell’architettura araba, definita anche decorazione ad alveoli o stalattiti.

 

IMG_7093

La visita del palazzo prosegue :

La Sala di Re Ruggero II   nella Torre Joaria

IMG_7076

IMG_7135

La Sala della Regina  o  Pompeiana  1780 – 1852

IMG_7080

La Sala  Cinese  1834 – 1905

IMG_7085

La  Sala  d’Ercole

E’ in questa  bella sala con affreschi dedicati all’eroe mitologico, che si riunisce  il Parlamento Siciliano , il  primo Parlamento Italiano,  tra i più antichi d’ Europa. E’ l’organo legislativo della Regione Sicilia  come previsto dal suo Statuto Speciale.

Esco dal palazzo inebriata!!

Due giorni son passati,  bisogna  rientrare, quindi non riesco a visitare  gli altri edifici dell’itinerario arabo-normanno,  ma  li indico con  una breve  descrizione.   Sono:

Cattedrale  della  Santa Vergine Maria Assunta

Voluta dall’Arcivescovo  di Palermo, l’inglese Gualtiero Offamillo nome italianizzato di  Walter Off the Mill  ,  durante il regno di  Gulielmo II .

Fu una ricostruzione, su una preesistente  Cattedrale danneggiata dal terremoto del 1169. Conserva:

Le reliquie di Santa Rosalia,   Patrona della città.

Le tombe reali ,  tra cui quella  di  Ruggero II ,   Federico II,   Enrico VI,

E’ ubicata in Via Vittorio Emanuele.

Chiesa  e   Chiostro  di  San Giovanni degli Eremiti

Voluta da Ruggero II,  è stata costruita  su un precedente monastero,  la si riconosce per le sue  Cupole  rosse.

E’ ubicata  in Via dei  Benedettini.

Ponte  dell’  Ammiraglio

Voluto dall’Ammiraglio del Regno di Ruggero II, Giorgio d’Antiochia. Costruito sul fiume Oreto per collegare la città ai giardini al di là del fiume. Oggi al posto del fiume  vi è un giardino.

E’  ubicato in  Piazza dei Mille.

Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio o  Martorana

Voluta dall’Ammiraglio del Regno, Giorgio d’Antiochia. E’ conosciuta come Martorana  perché si trovava accanto al monastero benedettino fondato dalla nobildonna  Eloisa Martorana.

E’ ubicata in piazza Bellini  adiacente alla Chiesa di San Cataldo

Chiesa di San Cataldo

Voluta dall’Ammiraglio del Regno,  Majone da Bari,  come cappella privata del suo palazzo,  oggi  il palazzo  non esiste più.

Castello della Zisa 

Dall’arabo Aziza – splendida.  Voluto da Guglielmo I detto il Malo come dimora estiva. Pertanto sorgeva fuori le mura della città ma all’interno del Parco Reale,  chiamato il Genoardo  –  il Giardino

E’  ubicato  in Piazza  Zisa

Fanno parte dell’itinerario anche se non si trovano a Palermo:

La  Cattedrale  di Monreale

A  5 Km di distanza  da  Palermo

La Cattedrale  di Cefalù

A  69,2 Km  di  distanza,   vedi art. Cefalù

Palermo      è       La  Scuola  Poetica  Siciliana   con   Federico  II  di  Svevia

IMG_7118

Come?         Andiamo per ordine!

Ha termine la Dinastia Normanna degli Altavilla,  con Re Guglielmo II ,  ovvero il  nipote di Ruggero II

Anche se nel 1190 Tancredi nipote illegittimo del re Ruggero II ebbe la corona fu  poi rivendicata da Enrico VI   in quanto  erede diretto.

Erede  diretto ?

Si!  Perché Costanza d’Altavilla figlia di Ruggero II  sposò  Enrico VI di Svevia   figlio di  Federico I ,  da questa unione nacque Federico II.

Quindi  Federico I di Svevia,  detto  il  Barbarossa  e  Ruggero II d’Altavilla , detto il Normanno erano i nonni di Federico II di Svevia,  Re di Sicilia.

La Dinastia Sveva ha cosi inizio 1198 – 1266

Stupor  Mundi  –  Meraviglia del mondo

E’  l’appellativo  attribuito a Federico II che  riunì sotto la sua corte filosofi,  letterati, scienziati, musicisti,  facendo sorgere la Scuola Poetica Siciliana.

Dante,  nel  De Vulgaris  Eloquentia,  definisce cosi  il movimento filosofico letterario che produsse la prima lirica in volgare italiano.

IMG_6443

Palermo       è         Teatro

Il  Massimo    –     Teatro   Vittorio  Emanuele

E’  il più grande teatro lirico d’Italia,  il terzo in Europa.

E’  in stile neoclassico,  opera dall’architetto palermitano Giovan Battista Basile.  Continuò  l’opera  il figlio Ernesto, completandolo nel 1891.

IMG_7130

IMG_7136

La  Sala Grande 

Contiene 3.000 posti,   ed   ha  un’acustica perfetta !!!

Il soffitto  è  caratterizzato dalla  ruota  simbolica,  dove nel  tondo è  raffigurata il trionfo della musica.  Gli  undici raggi  decorati,  sono mobili  e  si aprono verso l’alto per consentire l’areazione.

IMG_7138

Salone del Sovrano   e    Palco Reale

IMG_7139

Sala  Pompeiana  o  Sala dell’Eco

Cosi detta per la particolare acustica. E’ una  sala circolare, riccamente decorata.   Dove  chi  si trova al centro esatto della sala,  punto delimitato  da un cerchio,  sente  la propria voce amplificata,  mentre chi  si trova all’esterno del cerchio nei vari punti della stanza  non riesce a capire ciò che dice.

IMG_7142

Il   Politeama     –       Teatro    Garibaldi

Nel nome polys -molto e theama -spettacolo,  l’intento, quello di essere un teatro dove rappresentare opere  di vario genere.

E’ in  stile neoclassico con decorazioni in stile pompeiano. Opera dell’architetto  italiano Giuseppe Damiani  Almejda,  1891.

L’ingresso è  ad Arco di Trionfo,   per indicare  il  trionfo dell’arte. Con la  Quadriglia,  dove  è rappresentato  Apollo  Dio della Musica  ed   Euterpe  Musa della Lirica,   a  sottolineare  il trionfo della musica.   Lateralmente  statua equestre con cavaliere.

Dal 2001,    è   la  sede  dell’ Orchestra  Sinfonica  Siciliana.

Ubicato in via Ruggero Settimo,  nell’omonima piazza.

Davanti al teatro la Statua di Ruggero Settimo,  che fu capo del governo  durante  la rivoluzione siciliana del 1848

IMG_7132

Palermo      è        Stile  Liberty    o    Art  Nouveau

E’   il  movimento artistico  che si diffuse tra il 1890 ed il 1910,   interessò sopratutto l’architettura , la pittura e il design. La  Belle Epoque è il periodo storico corrispondente.

Palermo  con  l’ architetto  Ernesto Basile,  grande rappresentante, fu folgorata da questo stile.  Prima fra tutti la Famiglia di industriali  Florio.

Il  Villino  Florio   all’Olivuzza

E’ un edificio storico monumentale,   considerato uno dei capolavori di questo stile. Oggi una delle sedi di rappresentanza della Regione Sicilia.

Molte  altre  sono  le Ville in Stile  Liberty,   ma  in  maggior numero,  esattamente  trecento  si trovano  a   Mondello.

Mondello!!!

E’  la bellissima  località  balneare di Palermo.

Dal centro città dista 11 Km , si può raggiungere anche a piedi,  attraversando i viali alberati del  Parco della Favorita.

Parco della Favorita  e   Palazzina Cinese  

Erano  rispettivamente  riserva di caccia   e  residenza reale di caccia, di Ferdinando IV di Borbone.

Palermo      è         I   Mercati   Storici   Alimentari

Sono quattro:   Vucciria,    Capo,    Lattarini,     Ballarò.

Ballarò  è  il più antico dei quattro.

Si trova nel centro storico e  girovagando tra i pittoreschi  vicoli  si possono gustare  le tipicità dello  Street  Food,   fra tante più di tutti:

Pane ca meusa   (pane con la milza)

Pane e panelle    (pane con frittelle di farina di ceci)

Sfincione  (morbidissimo pane-pizza, condito con una salsa di :  pomodoro, caciocavallo, origano, cipolle, acciughe).

Palermo      è       Capitale  Italiana  della   Cultura   2018

Ogni anno il Ministero dei  beni e delle attività culturali  e del turismo,  sceglie una città , che rappresenti la cultura italiana.

Annunci

Napoli – Campania – Italia

IMG_7048

Bella!         Bellissima!!         Colonia  Greca  !!!

Ricca  di  Storia,   di Cultura,   di Tradizioni !!!

Isolotto di Megaride   e   Monte  Echia  ……….. da qui  tutto ha inizio !

IMG_7053

Isolotto di Megaride

Nel  VIII sec. a.C.   i  Cumani    vi approdarono.

All’insediamento che si estendeva fino al Monte Echia,   fu dato  il nome della Sirena  che  trovarono  sull’isolotto,   Partenope,   questo narra la leggenda.

Il Mito di Partenope

La  Sirena  Partenope,  è  descritta da  Omero  nel  Canto XII dell’Odissea,  perché  la sua storia si intreccia con quella di Ulisse.

Ulisse  nel suo viaggio di ritorno ad Itaca dovrà affrontare molte  prove,  una di queste  consiste  nel  non ascoltare il  canto delle sirene,  perché essendo molto  bello  si rimane stregati  cosi  da non fare più ritorno a casa.

Questo è  stato detto ad Ulisse dalla  Maga  Circe.

Per questo motivo si   fece legare all’albero della nave e pretese che i  compagni di viaggio  si tappassero le orecchie.  Con questi espedienti  riusci a  superare la prova.

Le sirene per il dolore di non essere riuscite ad ammaliare con il  loro canto,  si lasciarono morire.  Partenope  si spiaggiò sull’isolotto, dove fu trovata  dai Cumani.

Caso unico nel mondo greco,   i  Cumani

Nel VI sec.a.C.  rifondano nello stesso territorio a solo 1Km di distanza, nell’attuale centro storico,  Neapolis – Nuova città

Volendo sottolineare con  la scelta del nome Neapolis  la distinzione  da  Paleo polis antica – città,   ovvero da Partenope.

IMG_4258

Nell’ Isolotto  di   Megaride 

Nel   I°  sec a.C.     il Generale Romano,  Lucullo,  fece costruire una maestosa villa  con parchi e fontane. Visibile in più punti della città tanto era estesa,  anche se il nucleo più rilevante è  la  Sala delle Colonne, che si trova nei sotterranei di  Castel dell’ Ovo.   Lo sfarzo,  con cui amava circondarsi,   lo rese celebre cosi come  i banchetti  esageratamente abbondanti .

Nel   V°  sec. a.C.   la villa  fortificata  diviene  prigione  per l’ultimo Imperatore Romano d’Occidente,  Romolo Augustolo  quando fu deposto dal re barbaro Odoacre.

Nel 1140,  è   la residenza del Re Normanno Ruggiero  II,   e  verrà chiamata  Castel dell’ Ovo.

IMG_4372

Castel dell’Ovo

Cosi chiamato in seguito alla  diffusione nel Medioevo della leggenda che vede  protagonista  Virgilio,  il  più grande poeta latino,  che  amò molto Napoli   dove frequentò la scuola di filosofia epicurea.

La leggenda narra  che Virgilio  nascose un uovo nelle segrete del palazzo, la cui rottura avrebbe  provocato il crollo del castello ed eventi catastrofici  per la città.

 

 

Borgo    Marinari

E’  il  delizioso borgo  collegato all’isolotto da un  istmo realizzato in seguito a riempimenti  in mare.  Animato da bar,  pub,  ristoranti  con cucina tipica.

Dal borgo si raggiunge  il lungomare,  dove oltre ai ristoranti è un susseguirsi di alberghi.

IMG_4350

Monte  Echia

E’ uno spuntone roccioso in tufo giallo, all’interno del quale si evidenziano delle cavità  abitate  nella preistoria.

Collina di Pizzofalcone

E’  l’altro nome con cui è conosciuto  il monte Echia,  cosi  chiamata  perché il Re di Napoli  Carlo I D’Angiò  vi praticava la caccia al falcone.   Sulla collina  è  ubicata:

La Reale Accademia Militare   –   La Nunziatella,

Fondata  nel 1787  dal Re di Napoli  Ferdinando I di Borbone, è una delle  più antiche e prestigiose scuole militari.

Lo storico edificio in cui ha sede  è il Convento dei Gesuiti risalente al 1588, adiacente ad esso vi è  la  Chiesa della Santissima Annunziata,  da cui deriva  il nome Nunziatella.

IMG_4349

La  Fontana  del   Gigante   o   dell’Immacolatella

E’  una fontana monumentale ,  in marmo di inizio 800

Sul lungomare,  bella,  maestosa,   mi ricorda qualcosa!

Ma  sii  è  proprio  lei!    La fontana  del mitico Carosello!

IMG_4362

Proseguendo  dal  lungomare  arrivo  a  Piazza Municipio  dove domina:

Il  Maschio  Angioino  o   Castel Nuovo

Maschio   da  Mastio,  struttura  tipica dei castelli medioevali  è una torre  più alta delle altre usata come ultima difesa in caso di attacco.

Castel  Nuovo,  perché voluto dal  Re delle due Sicilie  Carlo I D’Angiò,  nel 1266  quando  sconfitti gli Svevi salì al trono  e  si  trasferì  con la corte da  Palermo  a Napoli .

Oggi  è  un   interessante  museo civico.

 

Poco distante :

La Galleria  Umberto I

Costruita a fine 800,   in soli tre anni,   dal 1887  al  1890 .

Presenta 4 ingressi,  il principale  è in  via San Carlo.  La  facciata  è ad esedra ovvero ad incavo semicircolare sovrastato da una semicupola.

E’  una galleria commerciale  quindi con negozi e bar.  Dove  si potevano vedere  fino a qualche anno fa   gli  Sciuscià  ovvero i Lustrascarpe, e  seduti  su sedie di velluto rosso alte un metro e mezzo  gli uomini della città,  perché  era  trend  avere le scarpe lucide.

IMG_4256

 

IMG_4382

 

IMG_4255

Arrivo a:

Piazza del Plebiscito

Cosi chiamata dopo che il Plebiscito del 21 Ottobre 1860,  decretò l’annessione del Regno delle due Sicilie  al Regno di Sardegna.   In precedenza chiamato Largo di  Palazzo o Foro Regio.

La piazza  è   letteralmente  attorniata dai seguenti edifici :

La  Basilica di San Francesco di Paola  con  Portico semicircolare

Voluta da Ferdinando I di Borbone, in segno di gratitudine per aver riconquistato il regno dopo il dominio francese (10 anni circa)

Le  Statue Equestri

Raffigurano  i  Re  di Napoli  Carlo III  di Borbone  e suo figlio Ferdinando I di Borbone.

IMG_4259

IMG_4376

Il   Palazzo   Reale    situato   dal  lato  opposto

Residenza dei Vicerè  Spagnoli della Dinastia Borbonica per oltre 150 anni.  E’ sede della Biblioteca Nazionale.

Nella facciata vi sono otto nicchie che contengono le statue dei Re di Napoli

Il  Regio Teatro San Carlo,   affacciato sull’omonima via   è collegato al palazzo reale.

Voluto da Carlo I di Borbone,  venne inaugurato  nel  1737   il giorno del suo onomastico.

E’  il più antico ed ancora attivo teatro lirico,  tra i più prestigiosi e famosi  al mondo.

IMG_4367

 

IMG_4354

I Palazzi  Gemelli

Palazzo Salerno  e  Prefettura,   posti uno di fronte all’altro,   delimitano lateralmente la piazza.

IMG_4355

Ed    ancora    ………………….  Via  Toledo.      

La via dello shopping !

La via  della stazione metropolitana più bella d’Europa !!     

Nel  2012    il quotidiano inglese,   The Daily Telegraph,    è  cosi  che  la definisce.

Realizzata dal   progetto dall’architetto Catalano,  Oscar  Tusquets  Blanca.

La via che si dirama in altre molto famose!!!       Sono:

I Quartieri Spagnoli

Risalgono al XVI sec.  quando sotto il Regno dei Borbone,  i numerosi militari spagnoli,  risiedevano.

Si caratterizzano per i vicoli  talmente stretti che il sole non li illumina ma comunque belli perché resi  pittoreschi:

Dai panni stesi ad asciugare tra un palazzo e l’altro.

Dalle botteghe artigianali,   di borse,  cinture,  scarpe  e tanto altro.

Dal basso  o  vascio,   progettato come  locale al pian terreno della casa,  di uno o due vani con funzione di magazzino. In seguito si trasformarono in vere e proprie abitazioni dove in pochi metri quadri vivono famiglie anche numerose.  Sono magistralmente  descritti  da Matilde Serao  nel   ” Ventre di Napoli”   e   Eduardo De Filippo in  “Napoli Milionaria”

Dalla  musica  neo melodica,  che si  spande per i vicoli.

Dalle  Chiese  tante e bellissime.

IMG_4366

San  Gregorio Armeno   

Celebre  per  i seguenti due motivi :

I Presepi,   bellissimi!   E’ interessante vedere gli artigiani realizzare  i vari personaggi che sono esposti  nei negozi – bottega tutto l’anno.

La Chiesa di  Santa Patrizia,  che custodisce  le spoglie della Santa,  che  è  patrona di Napoli   insieme  al  celeberrimo  San Gennaro.

Sono  inebriata  da tanta  Napoletanità!

Ma  devo ancora  vedere un’altra via storica …………..

Via   Spaccanapoli

E’ una delle tre vie  principali dell’impianto urbanistico greco-romano, e cosi chiamata perché  essendo perfettamente lineare,  divide in modo netto il centro storico.  Dove si può ammirare:

La Chiesa  del Gesù Nuovo  o della Trinità Maggiore

La facciata  è  in bugnato  ovvero pietre appuntite,  l’interno è  sontuoso in stile barocco.  Conserva le spoglie di  San Giuseppe Moscati.

IMG_4381

Obelisco dell’Immacolata

Eretto  nel 700 ,   esempio di scultura  barocca  è  alto  30 metri

IMG_4365

Complesso   Monumentale  di Santa Chiara

Realizzato  nel 1310.     Comprende:  la Basilica,  il  Monastero,  il Convento.

Furono  il  Re di  Napoli Roberto D’Angiò  e  sua moglie la  Regina Sancia di Maiorca  a volerlo  realizzare,  perché  devoti a San Francesco d’Assisi e a Santa Chiara.

La  Chiesa di Santa Maria della Pietà

Oggi  è  un museo ,  nota come Cappella Sansevero , perchè attigua al palazzo dei Principi di Sansevero   dove si trova  una delle sculture in marmo più famose  al mondo,  è   il Cristo Velato,   capolavoro di Giuseppe Sammartino   1753

Ho visto  cosi  tanta tanta bellezza!!!

Penso  è ……  tutto !!!      Invece …  resta ancora da vedere

Napoli Sotterranea

Interessante per chi se la sente,  si  perché  si trova a 40 metri di profondità!!

I Greci,  aprirono le prime cave per estrarre i blocchi di tufo necessari per la costruzione della città .

I  Romani,   in epoca augustea crearono l’acquedotto,  realizzando cunicoli  e cisterne  che si  diramano in tutte le direzioni cosi da alimentare fontane e abitazioni  in varie parti della città.  In  funzione fino al 1885,  data in cui un epidemia di colera determinò la chiusura.

 

Nella seconda guerra mondiale,    le cave vennero usate  come rifugi antiaerei.

Nel 2015    è  stato realizzato  il progetto  dell’ Orto  ipogeo.

Proprio cosi  sottoterra,  grazie   all’ Associazione di  volontari,  nata  trenta anni fa, che oltre a consentire  l’interessante percorso , ha pensato e  realizzato il  progetto.

Primo al mondo!

Nasce a Napoli Sotterranea!

Nel  sottosuolo molte sono le piante coltivate come:   basilico, fragole,  bacche di goji, ma anche piante da fiore,  è  sbalorditivo.

IMG_4351

Decisamente  Napoli  è  ……………….  Storia!    Cultura!   Tradizioni!

“Parto. Non dimenticherò né via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli”

La citazione è di Stendhal,   ma condivido pienamente, e  la porterò nel cuore!

IMG_7049

Rieti – Lazio – Italia

IMG_6949

Rieti ………. Incantevole!!!

Perché   questo è  il panorama  che si vede arrivando!

L ‘ incanto?

Ritrovarmi  all’interno di un dipinto!

IMG_6946

IMG_6973

IMG_6950

IMG_6945

Adagiata  …….   alle pendici  del  Monte Terminillo.

Specchiata …….  sulle sponde  del  Fiume Velino.

Attraversata ….. dalla  Via  Salaria,    antica via consolare!

Le Vie  Consolari,  furono costruite dai Romani   per volere dei Consoli  pertanto ne portano il nome,  tranne qualcuna  che porta il nome in relazione allo scopo per cui fu costruita,  o il  nome  della città alla quale conducono.

La  Via  Salaria ,   che  da Roma  giunge  a Porto d’Ascoli    sul Mare Adriatico,  è ………        “Cosi chiamata  perché  attraverso  questa  i  Sabini trasportavano il sale dal mare”   riporta  nella sua opera Naturalis  Historia,   l’autore latino Plinio il vecchio.

IMG_6977

La città  che risale all’età  del ferro ,   fu  capitale  del popolo dei Sabini ,  popolazione preromana.

E’   ………  Umbilicus  Italie     ovvero    Centro  d’Italia  !!!!!!

Questo  ci hanno tramandato  gli  autori   Latini   e   le misurazioni  che risalgono al medioevo.

Le  misurazioni  rilevarono che   si trova a :

52  miglia  dal  Mare Adriatico  e  dal  Mar  Tirreno

310  miglia  dalla Valle d’ Aosta e  dalla Calabria.

Oggi è ancora cosi ?

Molte le  polemiche,    ma  a me  piace  pensare che lo sia!

Nel  Centro  Storico,    a Piazza  San  Rufo   vi  è  il punto esatto.

Indicato da  un monumento in travertino che ricorda  la base di una colonna, nella   parte superiore vi è raffigurata l’ Italia con marmi policromi.

IMG_6958

IMG_6899

Ho  ammirato    inoltre     le bellissime ………..

Volte  a   Crocera !!!!

Che caratterizzano i seguenti  tre edifici :

La  Cattedrale   Basilica   di   Santa Maria Assunta

Completata nel 1225,   l’esterno è  in stile romanico ,   l’interno è in stile barocco,  perché   più volte rimaneggiata.

IMG_6967

IMG_6964

 

Il  Palazzo del Vescovo   o   Palazzo Papale

Residenza  Papale,    da  Papa Innocenzo III   a  Papa Bonifacio VIII

IMG_6959

 

Il   Ponte     o    Arco del  Vescovo

Voluto da  Papa Bonifacio VIII  in seguito al terremoto del 1298.  Scavalca Via Cintia appoggiandosi al palazzo papale.

IMG_6951

 

Le   Stradine!!!

IMG_6961

IMG_6940

 

IL  Palazzo del  Municipio !!!

Sede del Municipio e del Museo Civico è in stile tardo barocco

IMG_6962

 

II  Paesaggio!!!

IMG_6972

Ravenna – Emilia Romagna – Italia

IMG_6253

La  Città  dei  Mosaici !!!!

Il mosaico è……….. una delle prime forme d’arte.

Utilizzato  dai  Sumeri,  prima civiltà urbana,  per esprimere la loro creatività.

RAVENNA  ………..   ricca  di mosaici !!!!!

Dove  si trovano?

All’interno di monumenti  religiosi paleocristiani,   ovvero  dei primi secoli del cristianesimo,  V°- VI° sec.

Otto di questi  sono  Patrimonio dell’Umanità  UNESCO

Cinque  di questi,  li ho visitati  e fotografati  essendo  ubicati  nel centro  storico,  tre no,  perchè distano qualche Km dal centro, ma comunque  ve ne parlerò.

RAVENNA  ………..   tre  volte capitale  !!!!!

Capitale dell’Impero Romano  402- 476,  è  del  periodo Romano:

  • 1)  Il  Mausoleo di Galla Placida

Voluto da Galla Placida,  per sè,   per il marito Costanzo III   e per il fratello Onorio,

Fu  Onorio,  Imperatore dell’Impero Romano d’Occidente,  che trasferì la capitale da Milano a Ravenna.

Anche  Galla fu imperatrice,  per 12 anni, per conto del figlio Valentiniano III  che aveva solo sette anni  quando  succedette all’Imperatore  Onorio,  che  a sua volta succedette al padre  Teodoisio.

E’  un monumento funerario,  a  croce latina.   L’ esterno  è molto semplice,  a differenza    dell’interno riccamente decorato da marmi alle pareti e mosaici soprastanti.

IMG_6228

 

IMG_6215

  • 2)  Il Battistero Neoniano  o  Ortodosso

L’esterno semplice,  a pianta  ottagonale.  L’interno ricco di mosaici,  che testimoniano il culto cattolico.

Neoniano,  perchè fu il vescovo Neone  che fece proseguire l’opera voluta dal vescovo Orso.

Ortodosso,  in riferimento ai  Cristiani.

IMG_6220

  • 3)  La Basilica  di Sant’ Apollinere  in  Classe

Apollinere,    fu  il  primo Vescovo di Ravenna

Ubicata a 5 Km  dal centro di Ravenna,  all’interno del parco archeologico dove sorgeva la città  portuale di Classe, da  Classis,  ovvero  Flotta.

Il  Porto Militare di Classe,  voluto  dall’Imperatore Ottaviano Augusto,  per la difesa del  Mar Adriatico,  conteneva  259  navi  da  guerra.

La via di collegamento  Porto  ->  Mare Adriatico,    fu realizzata costruendo  un canale artificiale navigabile , parallelo al fiume Padenna che non era adatto alla navigazione.

Un secondo canale, la Fossa Augusta, metteva in comunicazione  Classe con Ravenna e quest’ultima con la Laguna Veneta fino al porto di Aquileia, altra città militare fondata dai romani.  Era possibile cosi navigare per 250 Km, da Classe  ad  Aquileia,  in Friuli.

Classe  era collegata a Ravenna anche da una strada,  la Via Cesarea.

L’esclamazione  è  spontanea ……………..   Grandiiiii  questi Romani!!!!!

Capitale del Regno degli Ostrogoti   493 – 553,   è del  periodo  Gotico :

  • 4)  La  Basilica  di  Sant’ Apollinere  Nuovo

Fu fatta erigere da Teodorico,  come Chiesa di culto ariano.

Teodorico,  re dei goti, tribù germanica,   fu  il secondo re barbaro.

Sconfisse Odoacre,  il quale aveva deposto Romolo Agusto, ultimo imperatore dell’Impero Romano d’Occidente.

IMG_6222

IMG_6218

Questo mosaico  riproduce  uno scorcio del  porto militare di Classe.

  • 5)   Il Battistero  Ariano

Fu  fatto costruire  da Teodorico.  Faceva parte dell’antica Cattedrale ariana oggi detta dello Spirito Santo.   Si trova  a  1 Km circa dal centro.

Simile  al  Battistero Neoniano, con l’ esterno semplice a pianta ottagonale e l”interno con i mosaici,  che  in tal caso testimoniano il culto ariano.

  • 6)   Il  Mausoleo  di Teodorico

E’ inserito in un parco a circa 1 Km dal centro.  E’ alto 15 metri, a pianta centrale decagonale, il tetto è un unico monolite a forma di calotta.

  • 7)   Il  Palazzo  Arcivescovile   –   Cappella  di Sant’ Andrea

Costruito durante il regno di Teodorico, quando il culto dominante era ariano.

La Cappella  di Sant’Andrea,  fu  voluta dal Vescovo Pietro II ,  come luogo di preghiera privato,  si trova al primo piano dell’attuale vescovado.   L’interno è splendidamente decorato da mosaici che  non è possibile fotografare.

Successivamente verranno deposte le reliquie di Sant’Andrea, fatte arrivare da Costantinopoli.

IMG_6412

Ravenna Capitale dell’ Esarcato Bizantino 568 -751,  è del periodo Bizantino:

  •  8)    Basilica   di  San  Vitale

Voluta dal Vescovo Ecclesio nel 530,  al rientro da  Bisanzio.

Fù  l’Imperatore  Giustiniano, l’ultimo  dell’ Impero Romano d’ Oriente  o  Bizantino,  che recupera  i territori occidentali dell’impero, conquistati dai barbari per più di mezzo secolo.

La  Basilica ,  a pianta  ottagonale,  molto decorata oltre che con mosaici anche con  marmi pregiati.

Nell’ abside,  è  raffigurato Giustiniano con la moglie Teodora ed  il corteo di dignitari.

IMG_6411

 

IMG_6409

 

IMG_6419

 

BASILICA  di  SAN FRANCESCO

Risale al  V° sec d.C. , purtroppo della struttura originaria rimane poco perchè  negli anni è stata più volte rifatta.

Era la Chiesa frequentata da Dante nel periodo in cui soggiornò a Ravenna perchè in esilio,  e dai signori della città, i Polentani,  gli amici  che  l’ospitarono.

IMG_6238

La  TOMBA  di  DANTE

Il  Sommo  Poeta ,   riposa qui !         Che suggestione !!

E’  adiacente  alla Basilica di  San Francesco

In stile  neoclassico,    è   Monumento Nazionale

ZONA  DANTESCA   o   zona  del  Silenzio

E’  l’area che circonda   il luogo  di sepoltura,  comprende :

Il  Giardino con il Quadrarco di  Braccioforte  ,  antico  oratorio con torre campanaria,  la campana  ogni sera all’imbrunire,   suona tredici colpi.   Vi  è un’ incisione  tratta  dalla Divina Commedia  ( Purgatorio –  Canto VIII°   terzine 1-6   la preghiera della sera).

I Chiostri  Francescani,  che facevano parte del convento adiacente alla Basilica,   ora Museo Dantesco

IMG_6414

 

IMG_6415

 

DUOMO  o    BASILICA   URSIANA

Settecentesca ,  in stile barocco,   è il risultato di molti rimaneggiamenti.

La Chiesa primitiva  venne eretta per volontà del Vescovo Orso nel V° sec.

Il Campanile circolare è alto 35 metri.

IMG_6417

 

CHIESA di  SANTA GIUSTINA

E’  una Chiesa circolare,  adiacente  al Duomo,

Realizzata dallo stesso architetto,  Giovanni Francesco Buonamici  1745

IMG_6234

 

RAVENNA  ………..  quanto  sei  bella  !!!!!

Con il tuo passato,  intriso  non solo  nelle vie,  ma anche nella tua splendida gente.

IMG_6418

 

 

 

Serenissima Repubblica di San Marino

IMG_6027

Che  sensazione!!!!

Catapultata  in un  passato medioevale vivace e dinamico !!!!

Tra  le numerose città – stato indipendenti  dell’epoca,  è riuscita ha mantenere la propria autonomia.

Serenissima,  è  la qualifica d’onore conferita al paese della libertà !

Patrimonio dell’ Umanità  UNESCO

Enclave della Repubblica Italiana tra la Romagna e le Marche ,  ovvero piccolo territorio appartenente a uno stato, ma incluso  nel territorio di un altro.

E’   la  Repubblica d’Europa,   più antica!

San Marino

Nel   257 d.C.   arrivò  sul  monte Titano con  alcuni  compagni  dalla Dalmazia,   per sfuggire  in quanto  Cristiani  alle  persecuzioni  ordinate dall’ Imperatore Diocleziano,  fondando  cosi  una piccola comunità.

Monte  Titano

E’ un rilievo dell’Appennino Tosco Emiliano,  a 739 metri  dal livello del mare.

Sulle tre cime del monte  si trovano  le tre rocche della città ,  sono tre torri costruite per la difesa della città ,   esattamente:  Rocca o Guaita,  Cresta o Fratta,  Montale.

Castello della Guaita o   Prima Torre  è  la più antica e la più grande delle rocche.

IMG_6060

IMG_6016

IMG_6008

 

IMG_5999

 

IMG_6015

IMG_6052

104

101

IMG_6049

Basilica di San  Marino  in stile neoclassico,  sotto l’altare sono conservate le reliquie del Santo.

IMG_6058

Nella Piazza della Libertà :  Il Palazzo Pubblico  o del  Governo,   sede dei principali organi istituzionali e amministrativi.  La Statua della Libertà,  in marmo di Carrara.

IMG_6005

IMG_6043

L’ordinamento si basa  su vecchi statuti risalenti al Medioevo  con  i loro successivi aggiornamenti.

IMG_6048

Garibaldi  vi trova rifugio nel 1849  inseguito dagli Austriaci.  Riconoscente, influenzerà  positivamente Cavour  nel salvare  l’autonomia  di San  Marino  nel 1862.

 

Valnerina – Umbria – Italia

Non conoscevo questa  bella  Valle  Umbra,  chiamata  Valnerina  perché  scavata ed attraversata dal fiume Nera.

IMG_6157

Il   Fiume   Nera

Nasce    nelle    Marche

Scorre     in       Umbria     per quasi  tutto il  suo percorso

Raggiunge   il    Lazio     affluendo  nel Tevere  presso  Orte.

022

Lungo la valle ………… tanti  i borghi medioevali,    tutti  bellissimi !!!

Oltre la bellezza ………… la spiritualità !!!

Che si percepisce e si materializza con le tante Chiese e con  i Santuari dedicati a San Francesco d’Assisi per onorarne il  passaggio.

VALLO di NERA

IMG_5950

Sorge  su una collina in apertura della valle.

E’ inserito tra i borghi più belli d’Italia. E’ bandiera arancione del Touring Club Italia.

SPOLETO

IMG_5957

Sorge sul colle Sant’Elia   o  “colle del sole”

Dove   si svolge  il Festival  di Spoleto  o   Festival dei  Due Mondi.

Cosi detto perché  nasce da  un  idea  sublime  del maestro compositore Gian Carlo Menotti.

Unire !    Europa ed America,   quindi due culture diverse.

Come?    Nel modo   più solido,   più entusiasmante,   più vivace,  più accogliente,  ovvero attraverso l’arte.  In tutte le sue espressioni ,  musica, ballo, canto, spettacolo , pittura, etc…. dal  classico  all’ innovazione.

Dando vita cosi ad una manifestazione internazionale,  molto interessante.

Si svolge da 60 anni,   l’ultimo venerdì di Giugno, e si protrae per 17 giorni.

Concludendosi con il concerto delle orchestre filarmoniche più prestigiose al mondo, nella bellissima piazza del Duomo.

Il Duomo o  Cattedrale di Santa Maria Assunta.  Dove si possono  ammirare gli affreschi di Bernardino di Betto Betti ,  noto come il Pinturicchio.

NORCIA

Che ha dato i natali a San Benedetto,   Patrono d’Europa.

Primo monaco del Cristianesimo e fondatore dell’ordine dei benedettini , la cui regola  è “Ora et Labora”

Pregiata  è   la  Norcineria    ovvero   la salumeria  tipica e unica di Norcia. Il  Prosciutto di Norcia  è  premiato con il marchio IGP.

In   Piazza San Benedetto,  la Basilica di San Benedetto,  costruita sulla sua casa natale, che per ovvi motivi non ho fotografato.

Il Palazzo della Castellina,  residenza fortificata dei governatori pontifici, realizzata nel 1554 per volontà di papa Giulio III , oggi museo.

 

TERNI

Vi nacque  San Valentino,    Patrono degli Innamorati.

Nella piazza del centro storico,  la Chiesa e Santuario di San Francesco.

A  soli  7 Km di distanza  dalla  città vi  è   un’ altra  forte attrazione.

Attrae!!    Non solo per  la   bellezza   ma   anche  per  l’ingegno  è:

La CASCATA delle MARMORE

048

Per  ingegno!!

Perché  è  una cascata artificiale realizzata dai romani nel 271 d.C.

Ma  perché  realizzarla?

Era necessario bonificare,  le acque stagnanti  del fiume Velino che rendevano paludosa, quindi non salubre,  la provincia di Rieti.

In provincia di Rieti , dal Monte Pozzoni o Pizzuto , montagna dell’Appennino centrale nasce il fiume Velino,  scorrendo  attraversa la Valnerina , affluendo nel fiume Nera.

Come fare?

Deviando il corso del fiume Velino verso  la rupe di Marmore da li farlo precipitare  da un’altezza  di 165 metri  su tre salti nel fiume Nera.   E’ tra le più  alte d’Europa.

IMG_5906

IMG_5908

IMG_5911

IMG_5914

Sono 6  i sentieri  che si possono percorrere per vedere i salti da più prospettive, è possibile farlo dal belvedere inferiore o superiore ovvero dal basso verso l’alto o viceversa.

Nel  Belvedere inferiore,  vi è un piazzale dedicato a Lord Byron ,  avendo scritto dei bellissimi versi sulla bellezza della cascata  ” Canto IV  –  Pellegrinaggio del giovane Aroldo”

Da circa 50 anni, le acque della cascata sono utilizzata per la produzione  energia idroelettrica.

Il  parco della cascata è  anche avventura,   per gli appassionati di  Rafting.

Il Fiume Velino  inoltre, alimenta, essendo emissario,  il bellissimo lago di Piediluco.

014

019

008

LAGO di PIEDILUCO         ai piedi del bosco sacro.

è il più grande lago naturale dopo il  Lago Trasimeno.

La Nazionale Olimpica di Canottaggio,  svolge i suoi allenamenti.

Corot, pittore francese dell’ottocento,  per lo più paesaggista,  ha realizzato dei dipinti ad olio molto noti , il cui soggetto è il lago.

Il borgo omonimo  sorge sulle rive del lago.

IMG_5919

La Chiesa e Santuario di  San Francesco

Dal 1999 custodisce alcune reliquie concesse dal Sacro Convento di Assisi  in memoria del passaggio.

020-e1505750694994.jpg

 

 

L’ora del Thè a Londra

IMG_5296

Sono  a Londra!!!               Siii!!!!

Sospesa sul Tamigi!!!        Si………..sospesa!!!

Perché  la prima cosa che ho visto e  calpestato,  dopo aver lasciato le valigie in albergo, è stato questo bellissimo ponte.

Il  TOWER  BRIDGE   o   Ponte della Torre    che collega    Soutworck   alla Torre di Londra

DSC_0187

DSC_0174

DSC_0258

E’ un ponte mobile, che  riesce ad aprirsi in 1 minuto e mezzo, facendo passare le navi fino al ponte adiacente  ovvero il London Bridge.

DSC_0184

LONDON BRIDGE  o Ponte di Londra. Collega il distretto di Southworck  alla City

E’  il primo ponte  costruito sul Tamigi.   Alla fine del XVIII sec. il ponte di epoca romana è stato sostituito con quello attuale.

Per fortuna,  non è stato distrutto. Un imprenditore statunitense lo comprò,  cosi venne smontato e riassemblato  a  Rennie,  in Arizona, all’interno di un parco tematico inglese, stile Tudor.  Oggi è la seconda attrazione turistica dopo il Gran Canyon.

IMG_5254

CITY  of  LONDON

Londinium,   per  i Romani ,  che la fondarono.

E’  il quartiere più antico,    il nucleo originario.

Oggi il più moderno, uno dei più importanti centri economici e finanziari al mondo.

E’ esattamente un miglio quadrato , The Square Mile, in cui svettano i grattacieli come:

The Shard –  la Scheggia  di cristallo, realizzato da Renzo Piano,  di 310 metri di altezza e tra i più alti  in Europa.

The 30 St Mary Axe,  conosciuto  come  The Gherkin, ovvero il Cetriolo di vetro.

IMG_5253

IMG_5378

IMG_5312

TOWER  of   LONDON      Torre di Londra

E’ un  castello medioevale,  residenza reale , costruita nel 1066 ,  per volere del Duca di Normandia, Guglielmo il Conquistatore,  vittorioso nella Battaglia  di Hastings.

Successivamente  con i Tudor,   utilizzata come prigione.

Oggi museo,  dove sono custoditi i gioielli della corona.  Strepitosi!!!

IMG_5360

 

IMG_5369

PALAZZO   di   WESTMINSTER    o   HOUSES  of   PARLIAMENT

HOUSES    of    PARLIAMENT            Patrimonio dell’Umanità    UNESCO

E’  conosciuto più  cosi,    perchè  da  residenza reale  sin dal 1512  è  oggi   la sede   delle due Camere   ( Camera dei Lord e Camera dei Comuni)   del Parlamento.

Dell’antico palazzo resta molto poco, perchè nel 1834 un incendio  lo  distrusse.  Fu ricostruito  in stile gotico vittoriano.   Include varie torri,   la più alta e la più famosa sono:

VICTORIA  TOWER                                                                                                                                               La più alta,  esattamente  98 m.  Sul pennone di ferro della torre  sventola  la bandiera britannica  o   Union   Flag  e  questo  indica che la regina non è al suo interno.  Indica invece  la  sua presenza lo   sventolio del  Royal   Standard,  ovvero  la bandiera della famiglia reale.

ELIZABETH   TOWER                                                                                                                                            La più   famosa,     chiamata anche   TORRE dell ‘OROLOGIO  per il bellissimo orologio posto in cima alla torre ,  ed ancor di più  indicata come  BIG BEN  che  è  la  campana dell’orologio.

Lungo la  maestosa  facciata,  vi sono le statue dei re ,   tra questi  vi è:

LA   REGINA  BUDECCA   o  Boudicca                                                                                                             La prima regina inglese,   la statua in bronzo,  la raffigura con le  due  figlie,   su un carro trainato da due cavalli.

IMG_5190

IMG_5370

 

IMG_5375

 

IMG_5185

 

IMG_5181

 

IMG_5194

Mi piace questa immagine perché   sembra mettere in contrapposizione il passato con il presente,  la staticità con il movimento.

UNDERGROUND   –   la  METROPOLITANA

E’  la più antica  e la più estesa ,  seconda solo a Shanghai.   Aggiungo che funziona benissimo!!

IMG_5314

ABBAZIA   di    WESTMINSTER          Patrimonio dell’ Umanità   UNESCO

E’ la chiesa in  stile gotico,   in cui  si sono svolte:

Tutte le incoronazioni a partire da Guglielmo il Conquistatore nel 1066.

La maggior parte dei matrimoni reali.

Sono sepolti molti personaggi della storia inglese,  tra questi …..  il  grande,  immenso, William Shakespeare.

DSC_0053

BUCKINGHAM   PALACE

Dal  1869   è la residenza ufficiale del Regno Unito. La prima sovrana che vi risiedette fu la Regina Vittoria.

IMG_5220

Il Cambio della Guardia

E’ una delle più antiche tradizioni.  Si svolge,  da quando la Regina Vittoria si spostò dal St. James’s Palace  a   Buckingham Palace.

Ciò   avvenne con  solo un distaccamento della sua guardia personale,  il resto rimase nel palazzo di St:  James ,  dove tuttora risiede.

Durante la cerimonia  la nuova guardia sostituisce la vecchia, che rientra  alla  base ovvero al St James Palace.

Rientra anche  l’orchestra militare, che l’accompagna.  Particolare sorprendente è che suona durante la cerimonia,  anche musiche famose  di canzoni popolari.

Naturalmente   la sicurezza è assicurata  dai poliziotti, simpaticamente chiamati  Bobby,   ciò probabilmente deriva da  Sir Robert  Peel,  che fondò nel  1828,  il corpo di polizia, il diminuitivo Bobby,  con cui era chiamato  è stato  poi utilizzato per indicare i poliziotti.

In particolare, presidiano il palazzo reale,  i poliziotti a cavallo

IMG_5348

 

IMG_5350

Il  VICTORIA   MEMORIAL

E’ una scultura  di fronte al palazzo,  costruita per rendere omaggio alla regina Vittoria.  A nord est, una grande statua  della Regina Vittoria , negli altri  lati  del monumento vi sono rispettivamente: l’Angelo della Giustizia,   della Verità e della Carità. Sul pinnacolo è raffigurata la Vittoria attorniata da due figure sedute.

IMG_5224

Le RISERVE  di   CACCIA  della REGINA

Erano  tali  in passato,   oggi……. sono  Parchi,   ma   sempre   Reali……. perchè appartengono alla regina,  ma  per  suo volere   possiamo usufruirne.

Naturalmente  raggiungibili  da  Palazzo Reale   e  quindi  …………  le indicazioni!

IMG_5222

St James’s Parck,    è  il più  antico.

Hide Parck,   è  il più  famoso.

Richmond Parck,   è  il più  grande.

Green Parck  è il più  piccolo.

Incantevole!    Perdersi ……  tra  viali alberati,   prati,   laghetti,   fiori.

IMG_5464

 

DSC_0044

Adesso!    non ci resta che una panoramica di quanto abbiamo visto,  quindi……..

LONDON   EYE      Occhio  di Londra     E’  la  ruota panoramica  più alta d’Europa

IMG_5177

IMG_5175

Dopo tanta storia  …………..  Shopping!!!

NOTTING   HILL

E’  un quartiere residenziale,   bello con le sue facciate dai colori pastello,  si estende fino a  Portobello Road

IMG_5286

PORTOBELLO   ROAD

E’  uno dei mercati più famosi,   dove si trovano  anche pezzi di antiquariato di grande valore.

IMG_5285

 

FullSizeRender 71

PICCADILLY   CIRCUS

E’ una famosa piazza di i ritrovo dei londinesi, con le insegne pubblicitarie luminose, dove convergono le strade dello  shopping e dei locali alla moda.

Nella piazza, la Statua  di  Anteros, che al contrario del fratello Eros, è il dio dell’amore disinteressato.

IMG_5335

HARRODS

E’ un grande magazzino di lusso,  di otto piani , con 300 reparti.  Famoso per essere stato frequentato da Oscar Wilde  . Dove non potevo non comprare le tazze da thè.

IMG_5321

IMG_5420

 

IMG_5412

FORTNUM   &   MASON

E’  un grande magazzino, il più antico ed elegante, aperto nel 1700,  di sei piani. Famoso per essere il fornitore ufficiale della Casa Reale Inglese.  Al suo interno ci sono anche 5 ristoranti. Dove non potevo non comprare il thè.

IMG_5318

IMG_5422

Anche  le confezioni …………  sono molto belle!

IMG_5423

Dopo tanto shopping  …………   nutriamo  nuovamente la mente………… cosi andiamo:

BRITISH   MUSEUM

E’  uno dei musei  più grandi ed importanti al mondo,   perché   conserva   reperti archeologici provenienti dalle antiche civiltà ,  con circa 8 milioni di oggetti ,   tra questi di fondamentale importanza vi è:

La  Stele di Rosetta,  è una stele  egizia  che riporta un’ iscrizione  in tre diverse grafie,   ovvero geroglifico, demotico e  greco,  di un decreto  emesso nel 196 a.C.  in onore del faraone Tolomeo V .

L’importanza deriva  dal fatto che il testo in greco ha permesso di decifrare i geroglifici.

IMG_5324

SCIENCE   MUSEUM

Comprende una collezione di oltre 300.000 oggetti,   in cui si ripercorre la storia della scienza e del progresso.

IMG_5389

Infine,   ho incontrato  tanti personaggi famosi!

Siii ……….  da  MADAME  TUSSAUDS !!!

E’  il  museo delle cere,  presente in diverse città , ma questo di Londra è tra i più famosi.

IMG_5305

Era  l’anno in cui  la Regina Elisabetta II,  festeggiava 60 anni di regno!!

Wow!!!!     Wow!!!    triplo  Wow!!!