Palermo, sono ritornata e ……

IMG_E9965

Sono ritornata  in questa splendida città !

Tanta è  ……. la bellezza !

Da lasciare senza parole ……. ne sarete affascinati!

Colonia Fenicia  !  

I Punici,  vi giunsero nel VIII° sec. a.C.

Poi …  …. … …  … molte le dominazioni

La  Via  Fenicia  

E’  Via Cassaro oggi  Vittorio Emanuele,  l’antica via che collega  Palazzo Reale al mare.

Porta  Nuova   e    Porta Felice

Sono le due porte  ubicate alle due estremità di Via Vittorio Emanuele. Porte d’accesso  della cinta muraria che circoscrive la città.

Nel corso dei secoli, e nelle varie dominazioni  la cinta muraria è stata sempre più fortificata.  Del periodo punico rimangono poche tracce  invece del periodo rinascimentale  sono molti gli elementi visibili ( porte, bastioni, mura)

Porta  Nuova

Si trova accanto al Palazzo Reale.  E’ stata eretta in onore di Carlo V°,  nel 1583.

IMG_E9880  

Da Porta Nuova …… quindi dal centro storico ……  percorrendo Via Vittorio Emanuele

Palermo   Arabo – Normanna !           Patrimonio Mondiale dell’Umanità. 

Comprende 10 edifici,  partendo da qui eccone cinque lungo la via, sono:

1.  Il Palazzo   Reale  dei Normanni     (vedi articolo Palermo – Sicilia – Italia)

2.  Cappella  Palatina     (vedi articolo Palermo – Sicilia – Italia)

3.  La  Cattedrale della Santa  Vergine Maria Assunta

Nel 1170  l’Arcivescovo di Palermo, l’inglese Gualtiero Offamilio, nome italianizzato di Walter of the Mill, durante il Regno di Guglielmo II° di Sicilia, volle la ricostruzione della Cattedrale danneggiata dal terremoto l’anno prima.

Conserva,  le reliquie  di Santa RosaliaPatrona della città.  Le tombe reali,  tra cui quella di Ruggero II°,  Federico II°,  Enrico IV°.

IMG_9866

IMG_9875

IMG_9876

IMG_9873.JPG

A  poca distanza:

Piazza Bellini

Su tre lati della piazza :

Il  Teatro Bellini  o Regio Teatro Carolino 

Risale al 1742, interamente in legno poteva ospitare 500 spettatori, considerato  fino a meta dell’800 il più importante della città.  Frequentato dalla Regina Maria Carolina d’Asburgo – Lorena quando la corte si trasferì da Napoli a Palermo nel 1799.

IMG_9952

4.   La  Chiesa  di San Cataldo

Voluta da Majone da Bari, Ammiraglio del Re Ruggero II°,  come cappella privata del suo palazzo, oggi il palazzo non esiste più.

IMG_9861

IMG_E9860

IMG_9886

5.   La  Chiesa di Santa Maria,  dell’ Ammiraglio  o   Martorana

Dell’Ammiraglio

Perché voluta  da Giorgio d’Antiochia,  Ammiraglio del  Re Ruggero II°, nel 1194.

Martorana 

Dal cognome della nobildonna Eloisa Martorana, che  fondò  accanto alla Chiesa  il Monastero  delle Suore Benedettine.

La Frutta Martorana

Specialità dolciaria,  la si deve alle suore del monastero.  Si presenta come  frutta perfettamente riprodotta,  oltre che buona e bella a vedersi.

IMG_9852

IMG_9889

IMG_9885

La Chiesa di San Cataldo  e  la Chiesa  di  Santa Maria dell’Ammiraglio

Si trovano una accanto all’altra.

IMG_9857

Da  qui,   proprio di  fronte  ecco ……

Palermo   barocca !!

Sono  tante le Chiese  cosi  come i Palazzi,  nello stile che si è sviluppato tra il XVII – XVIII

Ma  è  esattamente da questo punto  che vedo :

1.  La Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto

La Chiesa  e  il  Monastero delle Suore Domenicane che si trova accanto sono del 1300, ma tra il 1566 e 1596  è stata ricostruita ed abbellita in stile barocco, tanto da essere una tra  le più belle per la ricchezza dei decori.

IMG_9848

Proseguo solo pochi metri, e giungo a ……

Piazza  Pretoria

Protagonista è la stupefacente fontana barocca.

2.  La  Fontana  Pretoria

La bellissima fontana  e cosi detta non per le nudità delle statue ma perché fu acquistata ad un prezzo esorbitante dal Senato Palermitano nel 1573.

IMG_9802

IMG_9797

IMG_9807

IMG_9815

IMG_9818

Gli edifici che la circondano su tre lati  sono:

Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto    (posteriormente)

IMG_9796

Il Palazzo  Pretorio  o  delle Aquile    XIV° sec.

E’   la sede del comune.   In alto la Statua di Santa Rosalia, Patrona della città.

IMG_9978

I  Palazzi  Baronali  Bonocore  e  Bordonaro

IMG_9793

A  pochissimi metri di distanza, un altro esempio di stile barocco.

A Piazza  Villena 

Dal  nome del Viceré Spagnolo il Marchese di Villena,  che volle realizzarla. Centro esatto della città dentro le mura.

E’ una piazza  in cui si intersecano  ViaVittorio Emanuele e Via Maqueda  dal nome del Vicerè Spagnolo,  il Duca di  Maqueda.

3.  I   Quattro  Canti 

Sono i 4 angoli  dei   4 palazzi  secenteschi che delimitano la piazza.

Nella facciata  del palazzo  in ciascun canto che ha forma convessa  è posizionata dal basso verso  l’alto:  una fontana, una stagione, un re spagnolo, una patrona della città

Le  Fontane, simbolo dei  fiumi di Palermo: Oreto,   Pannaria,  Papireto, Kemonia.

Le  Stagioni con:  Venere la Primavera,  Cerere  l’Estate,  Bacco l’Autunno, Eolo I’Inverno

I  Re  spagnoli :   Carlo V°,  Filippo II°,  Filippo III°,  Filippo IV°

Le Patrone della città :  Santa Cristina,  S. Ninfa,  S.Oliva,  S.Agata.

Sono tante perché ogni mandamento – circoscrizione aveva la sua patrona ma dal 1624  Santa Rosalia, è l’unica Santa Patrona della città.

IMG_E9980

4.   La Chiesa di San Giuseppe dei Teatini

E’ addossata al Cantone sud,  all’interno  molte le opere d’arte  come la quattrocentesca  statua “Madonna dell’Oreto”  del Gagini.

IMG_E9823

IMG_9847

Dai  Quattro Canti ……. proseguendo per  Via Maqueda 

Il   Teatro   Massimo                  vedi  articolo ” Palermo – Sicilia – Italia”

Il   Teatro   Politeama                vedi  articolo “Palermo – Sicilia – Italia”

Ballarò  – Mercato Storico       vedi articolo “Palermo – Sicilia – Italia”

IMG_9953

Febbraio 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci